bandiera nigeria - tassa lavoratori espatriati
Tax|5 Aprile 2024|

Nigeria: nuova tassa per i lavoratori espatriati

Introdotta l’EEL, da 10.000 a 15.000 dollari l’anno per chi occupa lavoratori stranieri

Il governo nigeriano ha introdotto la Expatriate Employment Levy – EEL, introdotto in Nigeria, con l’obiettivo di monitorare l’impiego di lavoratori stranieri nel Paese, imponendo alle imprese che ingaggiano personale straniero il pagamento di una tassa annuale di USD 10.000 (15.000 USD per gli executive). Tra gli scopi principali del programma vi è la promozione dello sviluppo della forza lavoro locale, la riduzione della dipendenza dalle competenze straniere e l’incoraggiamento delle aziende a privilegiare i cittadini nigeriani nelle assunzioni.

L’adesione al sistema EELMS (Expatriate Employment Levy Management System) è obbligatoria per tutte le aziende che impiegano espatriati in vari settori (Engineering, Construction, Oil&Gas, TLC in particolare) e i fondi da essa derivanti saranno destinati a iniziative di sviluppo e formazione dei lavoratori locali.

L’obbligo di pagamento della EEL scatta per il dipendente straniero che trascorre almeno 183 giorni in un anno (non necessariamente coincidente con l’anno fiscale). L’omissione nella presentazione della dichiarazione EEL comporta una sanzione di 3 milioni di NGN (circa 1.700 EUR). Violazioni più gravi come dichiarazioni mendaci riguardo l’impiego di forza lavoro espatriata sono punite con una pena detentiva di 5 anni o una multa di 1 milione di NGN, o entrambe.

Luigi Murgo
Luigi MurgoTax & Global Mobility Manager

Lascia un commento