Neutralità Fiscale

Neutralità Fiscale

L’assegnazione all’estero determina l’insorgere di obbligazioni tributarie in capo al dipendente differenti da quelle che avrebbe subito se fosse rimasto in Italia, per il fatto che il reddito è prodotto in un altro Paese e, nel caso di trasferimento della residenza fiscale, anche in relazione al suo status di residente.

Per eliminare o, quantomeno, attenuare le potenziali differenze nei carichi tributari sul reddito complessivo del dipendente, le Società adottano politiche di neutralità fiscale, così denominate in quanto “neutralizzano” l’effetto fiscale determinato dall’espatrio. Le principali politiche applicate dalle aziende internazionali sono:

  1. Tax Equalization
  2. Tax Protection
  3. Gross-Net-Gross
  4. Netto Garantito

L’assegnazione all’estero determina l’insorgere di obbligazioni tributarie in capo al dipendente differenti da quelle che avrebbe subito se fosse rimasto in Italia, per il fatto che il reddito è prodotto in un altro Paese e, nel caso di trasferimento della residenza fiscale, anche in relazione al suo status di residente.

Per eliminare o, quantomeno, attenuare le potenziali differenze nei carichi tributari sul reddito complessivo del dipendente, le Società adottano politiche di neutralità fiscale, così denominate in quanto “neutralizzano” l’effetto fiscale determinato dall’espatrio. Le principali politiche applicate dalle aziende internazionali sono:

  1. Tax Equalization
  2. Tax Protection
  3. Gross-Net-Gross
  4. Netto Garantito