Distacco ICT

Distacco ICT

Il D. Lgs. 29 dicembre 2016, n. 253 in attuazione della direttiva 2014/66/UE ha introdotto due nuovi articoli al TUI:

  • art 27 quinquies che disciplina l’ingresso e il soggiorno di lavoratori stranieri per trasferimenti intra societari (ICT)
  • art 27 sexies relativo alle ipotesi di mobilità all’interno dell’unione europea di lavoratori stranieri già ammessi in un altro Stato membro e che vengono successivamente trasferiti in Italia a richiesta del datore di lavoro.

La norma sul distacco ICT si applica agli stranieri dipendenti di società extra Ue che devono svolgere prestazioni di lavoro subordinato nell’ambito di trasferimenti intra-societari per periodi superiori a 3 mesi in Italia in qualità di dirigenti/lavoratori specializzati/lavoratori in formazione. Condizione necessaria è che sussista tra lavoratore e azienda estera distaccante un rapporto di lavoro subordinato dal almeno 3 mesi ininterrotti immediatamente precedenti la richiesta di rilascio nullaosta ICT.

Il D. Lgs. 29 dicembre 2016, n. 253 in attuazione della direttiva 2014/66/UE ha introdotto due nuovi articoli al TUI:

  • art 27 quinquies che disciplina l’ingresso e il soggiorno di lavoratori stranieri per trasferimenti intra societari (ICT)
  • art 27 sexies relativo alle ipotesi di mobilità all’interno dell’unione europea di lavoratori stranieri già ammessi in un altro Stato membro e che vengono successivamente trasferiti in Italia a richiesta del datore di lavoro.

La norma sul distacco ICT si applica agli stranieri dipendenti di società extra Ue che devono svolgere prestazioni di lavoro subordinato nell’ambito di trasferimenti intra-societari per periodi superiori a 3 mesi in Italia in qualità di dirigenti/lavoratori specializzati/lavoratori in formazione. Condizione necessaria è che sussista tra lavoratore e azienda estera distaccante un rapporto di lavoro subordinato dal almeno 3 mesi ininterrotti immediatamente precedenti la richiesta di rilascio nullaosta ICT.