Regime fiscale Portogallo
Tax|28 Novembre 2023|

Portogallo: fine delle agevolazioni fiscali dal 2024

Il Portogallo inverte drasticamente la rotta sui benefici fiscali per impatriati: dopo 15 anni, addio alle agevolazioni per pensionati, investitori, lavoratori qualificati.

Secondo il Primo Ministro Antònio Costa, “non ha più senso” mantenere un regime fiscale che ha già conseguito i suoi obiettivi (il 59% dei ca. 60.000 beneficiari originari è rimasta in Portogallo anche oltre la durata dell’agevolazione) e che ora crea solo ingiustizia sociale, contribuendo alla crescita della immobiliare.

La misura annunciata dal governo portoghese non riguarderà chi già beneficia del regime.

Il governo portoghese ha deciso di abolire il regime fiscale speciale per i residenti non abituali, che prevedeva una riduzione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRS) per dieci anni ai nuovi residenti stranieri e per cinque anni ai cittadini portoghesi rientrati dall’estero. La misura entrerà in vigore dal 2024 e non riguarderà chi già beneficia del regime.

In cosa consiste il beneficio per non residenti abituali?

I soggetti impiegati in posizioni “ad alto valore aggiunto” (ingegneri, artisti, medici, dentisti, scienziati, professori universitari, specialisti altamente qualificati) o amministratori/executive di società, i quali:

  • o sono presenti in Portogallo più di 183 giorni in un periodo di 12 mesi o che hanno a disposizione un’abitazione utilizzata come residenza permanente,
  • o non sono stati residenti fiscali in Portogallo nei 5 anni precedenti,

possono scegliere se essere tassati a un’aliquota flat del 20%, a partire dall’anno di acquisizione della residenza in Portogallo e per i successivi 9 periodi d’imposta, oltre a poter beneficiare dell’esenzione da tassazione dei redditi di fonte estera (pensioni, interessi, royalties).

In aggiunta a questo regime dei residenti non abituali, è prevista un’agevolazione anche per i residenti in Portogallo che sono rientrati tra il 1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2023, che prevede una detassazione del 50% sul reddito di lavoro dipendente per 5 anni (incluso quello di rientro) a condizione che non siano stati residenti in Portogallo nei 3 anni precedenti e non siano beneficiari del regime dei residenti non abituali.

Luigi Murgo
Luigi MurgoTax & Global Mobility Manager

Lascia un commento