Rimborso a piè di lista

Rimborso a piè di lista

Il rimborso a piè di lista, conosciuto anche come rimborso analitico, prevede la restituzione da parte dell’azienda dei costi effettivi sostenuti dal dipendente in trasferta (es. pernottamento, pasti).

L’accredito avviene direttamente in busta paga, previa presentazione del dettaglio delle spese sostenute e dei relativi giustificativi (scontrini, fatture, ricevute, etc.).

L’art. 51 comma 5 del TUIR stabilisce il trattamento fiscale delle trasferte, distinguendo le soglie di esenzione/imponibilità a seconda che si tratti di trasferte in Italia o all’estero.

Il rimborso a piè di lista, conosciuto anche come rimborso analitico, prevede la restituzione da parte dell’azienda dei costi effettivi sostenuti dal dipendente in trasferta (es. pernottamento, pasti).

L’accredito avviene direttamente in busta paga, previa presentazione del dettaglio delle spese sostenute e dei relativi giustificativi (scontrini, fatture, ricevute, etc.).

L’art. 51 comma 5 del TUIR stabilisce il trattamento fiscale delle trasferte, distinguendo le soglie di esenzione/imponibilità a seconda che si tratti di trasferte in Italia o all’estero.